Mutuo agevolato per comprare casa all’asta | Bric a Brac

INSERISCI IL TUO ANNUNCIO GRATIS!


Mutuo agevolato per comprare casa all’asta

Fino ad ora per comprare una casa all'asta era necessario disporre, al momento dell'aggiudicazione, dell'intera somma in contanti. La nuova normativa entrata in vigore nel 2006, ha permesso, invece, al privato cittadino alla ricerca della prima casa di ottenere un mutuo per l'acquisto di immobili all' asta per importi fino al 80%.
 
L'Associazione bancaria italiana ha contribuito alla promozione della nuova regolamentazione attivando una convenzione con diversi tribunali italiani, accordi grazie ai quali è possibile chiedere alle banche che aderiscono all'iniziativa un mutuo ipotecario destinato all'acquisto di un immobile messo all'asta. Oggi oltre 90 tribunali italiani hanno convenzioni con oltre 120 banche.

Per ottenere il mutuo viene consigliato di attivarsi presso l'istituto di credito prescelto almeno un mese prima dell'asta, il tempo necessario perché la banca provveda ad una accurata istruttoria e  ne comunichi l'esito al richiedente, chiarendo quale è l'importo massimo mutuabile.

Se il richiedente non si aggiudica l'immobile il mutuo viene annullato, con costi che variano per ogni singolo istituto ma non superano in media i cento euro. Al contrario, in caso di esito favorevole,  la banca deve erogare il mutuo entro 60 giorni dalla data dell'udienza, dietro ordinanza del giudice.

Una delle eccezioni rispetto al percorso tradizionale è rappresentata dal fatto che una banca convenzionata può decidere di non fare eseguire una propria perizia sull'immobile quando quella eseguita dal tribunale che mette l'immobile all'asta risulti particolarmente precisa.

 
 

Leggi gli altri redazionali