Il mercato delle case a Napoli | Bric a Brac

INSERISCI IL TUO ANNUNCIO GRATIS!


Il mercato delle case a Napoli

Il mercato delle case a Napoli e provincia sta registrando una riduzione media dei prezzi intorno al 5% in città e al 10% in provincia.
Si sta andando verso la normalizzazione del mercato. Rispetto alla crisi che si è avuta nel 1992, quella attuale non è stata accompagnata da una svalutazione del denaro, infatti, anche nella fase più drammatica della crisi, non si è mai superato il 7%. Pertanto, se le banche riaprissero i cordoni della borsa, tornando a finanziare le famiglie, le compravendite potrebbero aumentare rapidamente, riportandosi ai livelli del 2006. Il mercato delle case a Napoli ha reagito bene alla recessione, dall'inizio della crisi si è registrato un calo complessivo del 10-15%, i dati evidenziano in città soltanto qualche lieve flessione, comunque non superiore al 5%.
Stabili, invece, i prezzi nelle aree centrali e residenziali più ambite e le case di pregio. Un po’ più marcato, il calo in provincia di Napoli che si attesta attorno al 10%. Si tratta di numeri non drammatici, il vero problema, oggi, è la restrizione del credito.
Al Sud le banche applicano uno spread molto più alto di quello della Bce e questo non favorisce le compravendite, perché chi deve comprare casa non riesce a ottenere un mutuo con rate congrue con il proprio stipendio. Oggi, invece, le banche dovrebbero essere più vicine ai cittadini. Un qualsiasi mutuo comporta tassi del 4,5-5%, ma con il tasso della Bce i cittadini dovrebbero pagare non più del 2,5%.

 
 

Leggi gli altri redazionali